Paraíba

Home / News / Paraíba

Le gemme dai colori caraibici

Ha nomi commerciali molto diversi tra loro, anche se tutti fanno riferimento ad un’unica ed inconfondibile gemma: stiamo parlando della paraíba, una varietà di tormalina dai colori sgargianti e assolutamente unici nel loro genere, i quali ricordano i toni delle acque azzurre delle spiagge caraibiche.

Famose anche con il nome di lagoon tourmaline, queste gemme devono la loro spettacolare colorazione — la quale va dall’azzurro con forte sottotono verde al blu intenso — alla presenza di rame e manganese nella struttura cristallina, due elementi chimici fondamentali per il riconoscimento della varietà sui certificati gemmologici.

10.42ct Paraiba + 2.94ct Diamanti. Crediti foto: www.davidmorris.com

La colorazione delle paraíba è spesso imitata da alcune tipologie di pietre che per via della loro abbondanza fanno si che il loro prezzo sia più contenuto rispetto alle tormaline: tra le principali imitazioni troviamo le apatiti azzurre (molto belle a colpo d’occhio ma poco adatte ad essere incassate in anelli o gioielli soggetti a urti), zirconi blu, vetri artificiali e berilli sintetici idrotermali.

Estratta per la prima volta nel 1982 in una miniera dello stato di Parahíba in Brasile, la produzione continua ad essere limitata a poche miniere brasiliane ed africane, e questo fa si che i prezzi sul mercato di questa gemma siano sempre molto elevati, soprattutto a fronte della recente aumento della richiesta da parte del pubblico: quelle di dimensioni molto elevate e colori particolarmente intensi possono raggiungere anche le centinaia di migliaia di euro al carato!

Le tormaline paraíba sono gemme fuori dal comune e hanno ricevuto una notevole visibilità grazie a grosse operazioni di marketing da parte di alcuni tra i maggiori brand di alta gioielleria, i quali hanno deciso di giocare e sperimentare con una delle più belle e spettacolari gemme che la natura potesse creare.

Articolo a cura di Giulia Lombardo

The Caribbean’s colors gems

It has lots of different trade names, all different from each other, but everyone referred to one unique gem: we are talking about parahíba, a tourmaline’s variety whose has bright hues that remind Caribbean’s water…

This kind of gems owe their spectacular coloring – it goes from light blue with a strong green undertone to a strong blue – thanks to the presence of copper and manganese into the crystal lattice, two chemical elements fundamental to recognize and give to the gem the tourmaline’s gemological variety.

10.42ct Paraiba + 2.94ct Diamonds.
Photo credits: www.davidmorris.com/

The parahíba tourmaline coloring is usually imitated by different types of gems because of their abundance make sure that their prices are lower rather than parahíba’s ones: among main imitations we can find sky blue apatites (good color and eye-catcher, but not suitable to be set into a jewel setting due to his fragility), blue zircons, man-made glasses, and synthetic hydrothermal beryls.

Mined for the first time in 1982 in a Parahíba’s mine (Brazil), its production it’s still restricted to few Brazilian and African mines, and this condition ensures that the market prices are really high, especially given to the continuous growth in public demand: gems with high sizes and bright colors could even reach hundreds of thousands of euros per carat!

Naturally, parahíbas are out of ordinary gems, and their popularity has grown over the past few years thanks to large marketing operations from high jewelry brands that decide to invest and experiment with one of the most breathtaking and impressive gems that Nature can create.

Written by Giulia Lombardo